Ricordare…

La Resistenza

Parliamo della Resistenza, dei suoi miti e degli obiettivi di chi la fece.

Leggi l’articolo:

004 – Resistenza

Advertisements

giugno 29, 2008 - Posted by | Comunismo, Fascismo, Italia, marxismo, Random, resistenza, Storia, Varie | , , ,

5 commenti »

  1. Ho trovato tale sito durante una ricerca sul web.Incuriosito dalle tematiche ho proseguito per scoprire che non si tratta esclusivamente di approfondimenti storici,ma di un blog oserei dire quantomeno fascista. Ora, non intendendo prolungarmi in dissertazioni storiche con chi ama distorcere,se non tutte,alcune verita’vorrei sottolineare soltanto 2 cose.
    La sacrosanta liberta’ di espressione è il frutto che gli italiani hanno raccolto grazie a chi è morto per lottare contro i tedeschi,quindi chi scrive tali cose spacciandole per verità assolute usufruisce di questa conquista.
    Asserire che i tedeschi,dopo l’8 settembre, non fossero invasori,quando delle divisioni discesero militarmente per entrare in Italia,mi pare quantomai pretenzioso.
    Infine mi chiedo perche’ non si ponga un’enfasi così smaccata anche di fronte a stragi come Marzabotto o Stazzema dove parteciparono anche italianissimi fascisti.

    Commento di Mario | febbraio 9, 2009 | Rispondi

    • Quella che tu chiami ‘sacrosanta verità’ è un po’ diversa da come la presenti.
      Se oggi in Italia abbiamo una democrazia lo dobbiamo esclusivamente al fatto che la guerra è stata vinta dagli Alleati e che, per nostra fortuna, ci troviamo nella zona che fu assegnata all’influenza americana e non in quella sotto influenza sovietica.
      Se le cose fossero andate come avrebbero voluto i partigiani, saremmo passati dalla dittatura fascista a quella comunista.

      I tedeschi, che ti piaccia o no, erano nostri alleati e, l’8 settembre, erano già in Italia tant’è vero che la prima mossa del governo Badoglio fu quella di fuggire a Brindisi senza avvertire nessuno per paura delle truppe tedesche presenti a Roma.
      E’ ovvio che, in seguito al tradimento dell’Italia (leggiti i documenti dell’epoca per vedere come fu giudicato dagli Alleati), i tedeschi rafforzarono la loro presenza nel nostro Paese.

      Anche per la terza considerazione la domanda è molto semplice. Tutte le guerre sono piene di episodi tragici. La seconda guerra mondiale lo fu in maniera particolare. Le rappresgalie (perchè di rappresaglie si trattò) di Marzabotto e Stazzema trovano la loro spiegazione nel dilagare delle azioni terroristiche che le precedettero. Sono ovviamente episodi raccapriccianti, ma se si vuole essere onesti, allora bisogna allargare lo sguardo. Davvero non si capisce perchè tali stragi siano da considerarsi criminali, mentre non lo siano i bombardamenti alleati su obiettivi civili o la sodomizzazione di un intero paese da parte delle truppe francesi. Sia i bombardamenti che la sodomizzazione non rappresentano in alcun modo una sia pure esgerata reazione contro azioni di terrorismo civili, ma furono operazioni del tutto gratuite. In particolare ti ricordo che il bombardamento di Nagasaki aveva, come unico scopo, quello di sperimentare un tipo di bomba atomica diversa dalla prima sganciata su Hiroshima ed avvenne a negoziati di resa già iniziati e quasi conclusi.
      Vorrei anche che tu ti soffermassi un attimo a pensare cosa si direbbe oggi se le truppe tedesche in ritirata avessero raso al suolo Firenze. Gli Alleati rasero al suolo Dresda, la Firenze del nord (insieme ad innumerevoli altre città e paesi della Germania), ma non mi sembra che il fatto sia ricordato per quello che è: un crimine contro l’Umanità.
      Per ultimo ti ricordo che furono proprio gli Alleati a introdurre per primi il terrorismo come arma di guerra.
      Sarebbe interessante quindi sapere perchè allora il terrorismo (che operava al loro servizio) era cosa buona e giusta, mentre oggi il terrorismo (che opera contro di loro) è cosa diabilica ed ingiusta.

      Questo sito non è, come tu pensi sbilanciato nè a destra, nè a sinistra. Vuole semplicemente ricordare e mettere in risalto la Storia nascosta nel tentativo di ristabilire un equilibrio nell’informazione e, soprattutto, far capire a chi legge che quanto gli è stato propinato sino ad ora se non falso è quanto meno solo una piccolissima parte di ciò che accadde.
      Questo tipo di storia (con la s minuscola) che ci viene propinata da oltre sessant’anni ha la sua ragione nel voler nascondere i propri misfatti ingigantendo quelli degli altri.
      Ma alla lunga diventa insostenibile.

      Commento di mcz06 | febbraio 10, 2009 | Rispondi

  2. Vorrei rispondere a Mario, che evidentemente essendo un comunista, abbeverato alla faziosa veritá dogmatica dei suoi padroni, poco intelligentemente si permette di tacciare, come falsa, quella che invece ormai comincia a fuoriuscire da alcune crepe e a delinearsi come unica veritá storica autentica, perché ripulita dai dogmi imposti dal potere rosso.

    Sento ancora parlare delle solite menate sulla libertá di espressione, mentre si vuol diconoscere che sotto il Fascismo non erano cosí pochi coloro che, dalle pagine di autorevoli riviste, si permettevano di criticare il Regime.
    Certo…. eravamo sotto un Regime totalitario, per cui la libertá di espressione era comunque soggetzta a controllo; ma assolutizzare il fenomeno, dandone una visione che va molto oltre il reale, é totalmente pretestuoso( roba da comunisti).
    Visto che l’intervento é a dir poco bambinesco, non ritengo sia il caso di replicare anche sulle altre cose che sono state scritte.
    Basterebbe documentarsi sulle leggi internazionali di Guerra (Convenzioni di Ginevra) e la convenzione dell’Aia), per capire molto di piú su certi argomenti.
    In pratica serve soltanto un lavoro serio, con i dovuti approfondimenti e con le giuste interpretazioni.

    Ma si sá, tutto ció che é serio ed approfondito
    é FASCISTA…. e quindi contro il comunismo.

    ECCO PERCHÉ SONO FIERO DI ESSERE “FASCISTA”!

    Commento di Vincenzo | marzo 3, 2009 | Rispondi

    • personalmente concordo in pieno non tanto sull’identita’ quanto sulla comune radice ideologio-culturale di fascismo e comunismo. Aggiungerei anche il nazismo (o megio, nazional-socialismo. Ah, il potere della neolingua!)

      riguardo alla Resistenza o Guerra di Liberazione vorrei attirare l’attenzione su questo fatto: di quale resistenza in genere parliamo? Quella condotta dal Corpo Italiano di Liberazione (del Governo del Sud), quella condotta dalle formazioni comuniste o quella condotta dalle altre formazioni partigiane non comuniste?

      Direi che storicamente parlando quella dei comunisti non fu una guerra di liberazione e neppure una guerra per la liberta’ poiche’ l’intento dichiarato era quello di far entrare l’Italia nell’orbita sovietica e di fatto i partigiani comunisti nella Venezia Giulia collaborarono con le forze di Tito per annettere alla Jugoslavia quei territori non esitando a partecipare alla pulizia etnica anti-italiana.

      ulteriori testimonianze sono disponibili su Rassegna Stampa:
      (http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=categories&op=newindex&catid=24)

      Commento di pietro | ottobre 29, 2009 | Rispondi

  3. Non sono comunista . non lo sarò mai .nè tantomeno fascista ..
    Il comunismo e il fascismo sono la stessa cosa .Cambia solo il colore ma la sostanza è identica
    Non è infatti un caso che Mussolini prima fosse un socialista massimalista (che equivaleva al pci, nato poi nel 21) e che moltissimi gerarchi squadristi e tristi figuri fossero tra i fondatori del cupo ventennio .
    Così tanti di quelli che andavano esaltati alle adunate oceaniche del maniaco di Predappio , furono gli stessi che in piazza Loreto sputarono e pisciarono sul suo cadavere.
    E che molti federali, podestà e scagnozzi vari di regime si riciclarono poi in politica….
    Smettetela di dire che siete diversi ….siete uguali…

    Commento di stefano vezzali | aprile 26, 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: