Ricordare…

Le cifre del massacro

In cui si portano alcune cifre dell’incredibile massacro marxista nel mondo.

Leggi l’articolo:
002 – Le cifre del massacro


Annunci

gennaio 31, 2007 - Posted by | Comunismo, Fascismo, Italia, marxismo, Random, resistenza, Storia, Varie | , , , , , , ,

3 commenti »

  1. Com’è possibile che un governo di centro-destra con all’interno gente come Fini, non riesca a portare alla ribalta questi dati? Con il Presidente del Consiglio propietario di tre reti televisive, non sarebbe ora di ideare programmi e dibattiti sull’argomento, visto che non tutti gli italiani anno le fette di salame sugli occhi? Tanto vale dare all’ oppposizione argomenti validi, visto che tanto viene accusato comunque di conflitto di interessi, e la parola regime viene pronunciata lo stesso nonostante l’unico baluardo pro-Berlusconi sia Fede.

    Commento di mirco | agosto 17, 2008 | Rispondi

  2. Non è così facile come si può pensare. La nostra Repubblica nata dalla disfatta, ha le sue radici nel mito della Resistenza. L’ANPI è rimasta in piedi per garantire che il mito non crollasse. La classe politica e la stragrande maggioranza dei giornalisti sono legati mani e piedi a tale mito.
    La stessa Mediaset, in magioranza è composta da persone legate più o meno strettamente alla sinistra.
    Un qualsiasi tentativo di ristabilire, non dico la verità, ma almeno una parte di essa darebbe luogo a massicce reazioni, anche violente.

    Ciò nonostante qualcosa ha cominciato a muoversi. Dopo sessant’anni non solo si è osato pronunciare il nome delle Foibe, ma si è istituita una giornata del ricordo e, timidamente, vi sono state alcube trasmissioni televisive al riguardo.
    Berlusconi stesso ha pubblicizzato ovunque ‘Il libro nero del comunismo’ che, prima che lui lo citasse, era sconosciuto a tutti i non addetti ai lavori.

    Alcuni scrittori (Vespa, Pansa e altri) hanno avuto il coraggio di riprendere quanto a suo tempo pubblicato da Pisanò in modo da farlo conoscere al grande pubblico.

    Sono tutti piccoli segnali che qualcosa sta cambiando. Molto lentamente e con molta fatica.
    D’altronde ripristinare completamente la verità sarebbe enormemente traumatico non solo per la classe dominante italiana e per le masse che l’hanno sempre seguita, ma molto imbarazzante anche per gli altri (penso agli USA, ai Francesi, agli Inglesi e, ovviamente, ai Russi).

    Penso quindi che il cammino sia molto lungo e difficile, anche se sono convinto che non potrà essere fermato da nessuno.
    Fermato no, ma rallentato sì.

    Commento di mcz06 | agosto 17, 2008 | Rispondi

  3. C’é un’altra realtá, che da quasi tutti é non presa in considerazione.
    Oggi in tanti sanno che a volere la 2 Guerra mondiale , é stato il Capitalismo, e il comunismo, ma quasi nessuno sa che a tirare veramente le fila, era la Massoneria internazionale( quindi il capitalismo e la finanza occulta massonica).
    Anche oggi la Massoneria, che é un tutt’uno con le grandi lobbies finanziarie mondiali, tira le fila del potere, per cui, anche al capitalismo conviene mentenere questo stato di menzogne storiche.
    Non é difficile dunque, capire perché nessuno schieramento politico intende modificare la presente situazione.

    Commento di Vincenzo | febbraio 27, 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: